l’RSPP datore di lavoro a che serve?

In un’azienda piccole e medie dimensioni l’RSPP datore di lavoro è probabilmente la scelta più diffusa e opportuna in quanto si evita di affidare un servizio obbligatorio come quello di protezione e prevenzione di un’azienda ad un addetto terzo, che rappresente di certo un costo maggiore. Per poter ricoprire il ruolo di Responsabile del Servizio di Protezione e Prevenzione, (RSPP datore di lavoro), tuttavia, è necessario seguire un corso abilitante dove apprendere quanto necessario a svolgere questa mansione all’interno dell’azienda.

Il RSPP datore di lavoro ha il compito di coordinare “l’insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all’azienda finalizzati all’attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori” (art. 2 comma 1 lettera l del d.lgs. 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni). Essenzialmente la funzione svolta è quella di analizzare e valutare i rischi che sono connessi al luogo di lavoro e al tipo di attività svolta adottando tutte le misure necessarie a prevenire i rischi e affrontare i pericoli una volta che si siano verificati. 

Proprio in base al tipo di attività svolta l’attività di un RSPP datore di lavoro viene classificata a seconda che venga svolta per un’attività a basso, medio o alto rischio. Per ciascun livello corrisponderà un diverso corso formativo con una durata che varia in questo modo: per ottenere la certificazione di RSPP datore di lavoro per aziende a basso rischio sarà necessario seguire un corso di 16 ore; queste diventeranno 32 per le imprese che svolgono attività a medio rischio ed infine 48 per quelle del livello più alto. 

Questa distinzione è rilevante anche successivamente alla frequentazione del corso e al superamento dell’esame finale: ogni RSPP datore di lavoro è infatti tenuto a seguire corsi di aggiornamento e in particolare ad accumulare ore di lezioni di numero sempre proporzionato al rischio da gestire; nello specifico saranno rispettivamente 6, 10 e 14 ore da accumulare in un periodo di cinque anni in cinque anni.