Valvole a farfalla: una panoramica

Le valvole a farfalla possono svolgere funzioni di intercettazione e regolazione, sono una buona soluzione qualora si necessitino dimensioni compatte e peso ridotto. Le valvole a farfalla sono costituite principalmente da un corpo valvola, solitamente in fusione di ghisa (grigia o sferoidale) oppure in acciaio inossidabile (CF8), da un otturatore a disco (in acciaio inox o altri materiali) che può ruotare attorno ad un asse diametrale, riducendo così la sezione di passaggio fino a chiusura, e da una sede di tenuta. Sono adatte per riscaldamento e condizionamento (HVAC), trattamento e distribuzione dell’acqua, applicazioni industriali, agricole, per aria compressa, gas, oli e idrocarburi.

Le valvole a farfalla si contraddistinguono per delle caratteristiche che le conferiscono una eccezionale durata nel tempo: la guarnizione di tipo automatica bidirezionale (che non è soggetta a compressione e che garantisce una tenuta stagna della valvola al crescere della pressione di utilizzo), l’elevata qualità del rivestimento (minimo a 250 µm di polvere epossidica tramite metodo Fusion Bond) e le eccellenti performance del riduttore, prodotti da specialista leader mondiale del settore.

Si può decidere tra la sede a tenuta morbida, costituita da un elastomero (PTFE NBR EPDM) che garantisce un grado di perdita di grado A secondo la norma UNI EN 12266-1 oppure, in caso di condizioni più gravose di temperatura o a causa del passaggio di fluidi corrosivi, si può adottare la soluzione della tenuta metallica (acciaio inox) che ha un grado di perdita inferiore all’ 1% della portata. L’ampia gamma di prodotti, dalle valvole a farfalla alle valvole di non ritorno, permette di scegliere la migliore soluzione per abbattere i costi e garantire e migliorare l’efficienza energetica. Le valvole a farfalla soddisfano i più elevati requisiti di produzione e sono state testate in base a tutte le più importanti certificazioni europee assicurando una garanzia di cinque anni.