Oggetti delicati e preziosi durante un trasloco

Molti di noi in casa possiedono oggetti di vario genere, anche delicati e preziosi. Per evitare che tutti questi oggetti si rovinino durante un trasloco, o si rompano irreparabilmente, conviene organizzarsi per imballarli nel modo corretto. Esistono anche delle vere e proprie guide che insegnano come imballare i bicchieri di cristallo o l’argenteria di casa. Seguendole in modo preciso si hanno maggiori probabilità di non rovinare nulla, conviene però sempre ricordare che qualche piccolo incidente può sempre accadere.

 

Oggetti delicati e fragili
Bicchieri di cristallo, specchi, piccoli ninnoli in materiale delicato, finissime porcellane, sono tutti oggetti che rischiano di rompersi al solo guardarli. Metterli tutti in una scatola e trasportarli nella nuova casa può portare ad un vero e proprio disastro se non si fa un minimo di attenzione. La prima regola da seguire riguarda il fatto che più è fragile un oggetto e meno conviene spostarlo. Quindi se si sta preimballando tutto, per conservare le scatole in un magazzino prima del vero e proprio trasloco, evitiamo di farlo anche con gli oggetti più fragili. Questi oggetti infatti dovranno essere spostati solo una volta, da casa vecchia a casa nuova, senza soste intermedie. In commercio si trovano molteplici tipologie di scatole, appositamente progettate per contenere bicchieri, vasi in porcellana e oggetti molto delicati. All’interno le scatole hanno apposite ali in cartone, che permettono di proteggere gli oggetti e di mantenerli fermi durante gli spostamenti.

 

Piante di vario genere
Quando si trasloca si spostano anche le piante vive, dal soggiorno od al terrazzo. Conviene preparare i vasi nel corretto periodo dell’anno; se però si sa già di traslocare in pieno inverno, forse è consigliabile chiedere asilo alle nostre piante a qualche amica o parente, in modo da non doverle lasciare al freddo per varie ore, rischiando di danneggiarle in modo importante. Per il trasporto in macchina, o su un furgone, è importante imballare i vasi, coprendo le chiome con apposito agritessuto, evitando di stringerle troppo; non appena i vasi giungono al nuovo domicilio dovranno essere subito tolti dall’imballaggio. Per evitare che siano troppo pesanti, difficili da sollevare, è importante evitare di annaffiarli per alcuni giorni prima del trasloco.

 

Oggetti preziosi
Che si tratti di un quadro d’autore, di gioielli, di una piccola scultura, sono molte le persone che in casa possiedono oggetti d’arte o preziosi, che hanno valori elevati. Rovinare questi oggetti durante un trasloco è di certo un evento cui nessuno vorrebbe assistere. Per questo motivo conviene contattare in anticipo una ditta di traslochi che si prenda cura di questi oggetti in modo corretto. Conviene anche ricordare che quando l’oggetto d’arte ha un certo valore è opportuno anche assicurarlo, evitando così il danno economico derivante da un problema durante il trasloco. Da evitare di certo l’idea di trasportarli in autonomia, magari con mezzi non idonei. Se si tratta di qualche piccolo gioiello, o di oggetti di dimensioni contenute, si può pensare al fai da te, sempre considerando confezioni idonee e un trasferimento veloce verso il nuovo domicilio.