Traduzioni italiano-polacco: prova nowatkoski.it

Per le traduzioni italiano – polacco riguardanti documenti e certificati inerenti al settore giuridico, fiscale e commerciale, è necessario rivolgersi a un professionista abilitato nella mansione. I traduttori giuridici, come Piotr Nowatkowski di nowatkowski.it, rappresentano quelle figure professionali che svolgono la propria attività successivamente al superamento dell’esame di idoneità e all’iscrizione all’albo professionale di traduttori ed interpreti giurati. In Polonia può esercitare su tutto il territorio nazionale, mentre in Italia il traduttore giurato è riconosciuto solo presso il tribunale per il quale viene abilitato.

Le traduzioni dall’italiano al polacco, o viceversa, possono interessare vari settori ed una vasta serie di documentazione. Si può richiedere l’intervento dell’interprete per:

  • le visure camerali (società di persone e di capitali, ditte individuali);
  • gli atti di nascita, di matrimonio e certificati di morte;
  • i libretti di circolazione e certificati di proprietà;
  • i bilanci, certificati di residenza fiscale;
  • i certificati di lavoro e di stipendio, dichiarazioni di assunzione;
  • la documentazione di gara (disciplinari di gara e capitolati speciali);
  • i titoli di studio (diplomi e supplementi al diploma);
  • gli accordi commerciali;
  • le denunce di furto e di altri danni;
  • la documentazione medica (diagnosi, certificati di ricovero, attestati e certificati di malattia);
  • gli atti di citazione, qualsiasi atto relativo al diritto civile e penale, estratti di normative (leggi, decreti, codici);
  • la documentazione tecnica, come i manuali d’uso e di officina, e specifiche;
  • gli atti notarili;
  • le testimonianze in tribunale;
  • i colloqui commerciali, fiere, conferenze e simposi.

Si può richiedere l’intervento dell’interprete in traduzioni italiano – polacco anche per l’assistenza aziendale e la costituzione di s.r.l che prevede la stesura dello statuto e dell’atto costitutivo a seconda delle indicazioni del cliente; stesura della domanda di iscrizione nel registro delle imprese; la stesura della domanda per l’assegnazione della partita IVA; e la presenza lo stesso giorno dell’atto notarile per l’apertura dei conti bancari intestati alla società.