Cosa sono i controtelai termici e perché sono fondamentali per mantenere l’efficienza energetica della casa?

Il controtelaio, detto anche falso telaio, è un sistema da sempre utilizzato in tutte le costruzioni ad uso residenziale e non: si tratta infatti dell’interfaccia tra la muratura ed i serramenti, porte o finestre che siano, ed è costituito da profili in metallo o in legno assemblati tra loro che vengono fissati alle pareti mediante delle zanche metalliche.

I controtelai termici sono innovativi dispositivi che abbassano il valore della trasmittanza termica degli infissi ( ovvero il flusso di calore che passa attraverso una struttura che delimita due ambienti che presentano una diversa temperatura) determinata dalla posa dei classici controtelai zincati, riducendo significativamente il rischio della formazione di muffe nel perimetro del serramento, e migliorando notevolmente l’abbattimento acustico del serramento, oltre a garantire un’efficienza energetica senza paragoni.

Come avrete capito i sistemi delle porte e delle finestre della casa sono tra i più importanti elementi implicati nell’efficienza energetica di un’abitazione, un non corretto isolamento di tali sistemi comporta una bassa efficienza energetica dell’abitazione.

Ci sono diversi fattori che influenzano il fatto che il foro della porta o della finestra sia altamente efficiente, i principali sono:

– Devono essere installati i controtelai termici, altamente isolanti, che presentano una perfetta tenuta all’aria, con quarto lato inferiore che non deve assolutamente essere metallico;

– La posa in opera del sistema finestra, controtelaio termico e serramento, deve venire eseguita da posatori qualificati.

– Il serramento, parte altrettanto importante del sistema, deve essere ad elevata efficienza energetica.

I controtelai termici permettono quindi l’eliminazione dei ponti termici, che sono zone dell’involucro termico in cui si manifesta una discontinuità tale che il flusso di calore tra l’interno e l’esterno è differente, quasi sempre maggiore rispetto al resto delle strutture, causando di conseguenza dei punti freddi che favoriscono la formazione di condense e muffe in inverno e fanno entrare aria calda nelle stagioni più calde.