Una forma di Magia Nera: Il Malocchio

La Magia Nera si compone di riti magici solitamente volti alla sottomissione di entità demoniache, che vengono controllate e manipolate da chi le evoca.
Una particolare forma di magia nera è il malocchio, che indirettamente agisce richiamando forme maligne che agiscono in modo malvagio sul malcapitato.

Il Malocchio differisce principalmente dalla fattura sta dal modus operandi in cui queste vengono messe in pratica, infatti il primo è un atto inconsapevole, mentre la seconda è dettata da un’azione volontaria.

Nella pratica questa forma di magia nera chiamata “malocchio” consiste nell’indirizzare attraverso uno sguardo, un influsso negativo sul soggetto scelto come obiettivo del maleficio. Chi “da il malocchio” lo fa inconsciamente, guidato probabilmente da sentimenti di gelosia o invidia personale.

L’effetto del malocchio sintomi, nella maggior parte dei casi, è negativo, finalizzato com’è a “portare sfortuna” alle persone osservate. Raramente viene utilizzato per conseguire un effetto positivo come quello volto alla protezione della persona amata.

In ogni caso il malocchio è una forma di superstizione popolare, che si è via via radicata nel tempo e che continua a sopravvivere in modo ostinato, nonostante lo sviluppo della moderna società civile, che, con le sue dinamiche volte a screditare tutte le forme di spiritismo ed occultismo, tende a cancellare tale pratica.

Di contro, per coloro (e sono ancora molti) che credono a questa forma di magia nera e vogliono “allontanare” il malocchio devono ricorrere a riti propiziatori oppure ad amuleti.
L’oggetto portafortuna dedicato varia da paese a paese, secondo le tradizioni: si va dal classico corno di corallo a oggetti religiosi come santini e crocifissi.